giovedì 2 marzo 2017

Cremoso al gianduia e chantilly ai marroni


"Ogni giorno succedono piccole cose, tante da non riuscire a tenerle a mente né a contarle, e tra di esse si nascondono granelli di una felicità appena percepibile, che l'anima respira e grazie alla quale vive" (Banana Yoshimoto - Un viaggio chiamato vita).
Un granello di felicità è affondare lentamente il cucchiaino in un dolce cremoso e donarsi il piacere di assaporarlo con calma.

Da "Dessert al piatto" di Loretta Fanella (pag 147)
Per il cremoso al gianduia (ricetta modificata sostituendo il cioccolato al latte con il gianduia
100 g di tuorli
40 g di zucchero
300 g di panna
100 g di latte
230 g di cioccolato gianduia

In una casseruola mescolare i tuorli con lo zucchero. Unire la panna ed il latte e mescolare bene. Porre la casseruola sul fuoco e, mescolando con una frusta per evitare che attacchi sul fondo della pentola, cuocere fino a quando il composto raggiunge la temperatura di 84 °C.
Togliere dal fuoco ed incorporare il cioccolato sminuzzato.
Mixare per due minuti con un frullatore ad immersione.
Versare in ogni bicchierino 30 g di cremoso (per fare questa operazione utilizzate un contenitore con il beccuccio, questo per evitare schizzi all'interno del bicchierino che lo sporcherebbero).
Porre in frigorifero a rapprendere.

Da Mastebook di Christophe Michalak
Per la chantilly ai marroni 
300 g di panna fresca 35% m.g.
330 g di crema di marroni

Per la verità Michalak usa: 180 g di pasta di marroni, 90 g di crema di marroni e 60 g di purea di marroni. Io non riuscendo a reperire in commercio quantità "umane" di pasta e di crema, ho usato soltanto purea. Ma una purea eccellente, quella della Agrimontana. E' un prodotto professionale, ma nei negozi di prodotti "di nicchia" la trovate anche nei vasi di vetro similari a quelli delle confetture.
Portare a bollore la panna. Versarla sulla crema di marroni e con un frullatore ad immersione creare una crema lucida e setosa. Lasciare raffreddare in frigorifero per una notte. Montare con un frullino.
Inserire delle perle di cereali ricoperti al cioccolato e, con un sac a poche con un beccuccio a stella adagiare un ciuffo sopra il cremoso. Decorare con altre perline e una mandorla tostata.

8 commenti:

  1. Piccole cose impercettibili, piccole gioie, di cui a volte non ci accorgiamo, eppure sono quelle che fanno sì che la giornata sia migliore! certamente affondare il cucchiaino in uno di questi bicchierini è un po' come assaporare un pezzetto di felicità! fantastici! a presto Cristina!

    RispondiElimina
  2. Tu lo sai che sono golosa ... ma forse non sai che i dolci morbidi e cremosi, da mangiare col cucchiaino, sono tra i miei preferiti. Buonissimo questo

    RispondiElimina
  3. Cristina quando vengo qui approdo in una piccola pasticceria, con dei tavolini azzurro polvere, le tende leggere di organza a pois bianchi e con un bancone pieno di dolcezze come questa... Tu mi fai sognare ogni volta sai? Un abbraccio grande!

    RispondiElimina
  4. Da mangiare con gli occhi questo dessert...complimenti!

    Blog My Tester ManiaMy Facebook pageMy Twitter

    RispondiElimina
  5. delizioso bicchierino da gustare lentamente e ad occhi chiusi...! bravissima !

    RispondiElimina
  6. Goduria e bontà allo stato puro questo dessert:oltre ad una presentazione eccellente e raffinata si distingue per la qualità degli ingredienti utilizzati e la golosità estrema del risultato finale..ti faccio come sempre i miei migliori e più sinceri complimenti Cristina,bravissima come sempre:)).
    Un bacione e buon fine settimana:)).
    Rosy

    RispondiElimina
  7. sembra ottimo! Maledetta dieta!
    Comunque sono arrivata al tuo blog per caso e mi piace molto, infatti mi sono aggiunta ai tuoi lettori fissi!
    Luisa

    RispondiElimina

Printfriendly