sabato 25 aprile 2015

Fantastik fraise pistache fraise des bois




Sono quasi le venti. Salgo le scale di casa con il mio pacco marcato Amazon sotto il braccio.
"Figurati, quello sarà incollato davanti alla tv a giocare a quella.... (censura)... della play station" - penso tra me e me - Vabbè, son quasi le otto, dopo una giornata di studio, mezz'ora di tele ci sta pure. Tanto meglio, almeno non avrà da ridire sui miei acquisti".
Giro le chiavi di casa, saluto. 
"Ciao mamma !", la voce affettuosa di sempre, gli occhi puntati al video, di striscio getta l'occhio sullo scatolone.
Improvvisamente con scatto felino, si toglie le cuffie molla l'aggeggio che telecomanda il videogioco e cambia il tono della voce: "Ma mammaaaaaa !!! Ancora libri ?!?!?! - timbro sul genere paternale in piena regola - Già con quelli che hai nella tua biblioteca non ti basteranno tutti i giorni della tua vita per realizzare tutte le ricette. Pure altri ne dovevi comprare ?!?! E poi mi brontoli perchè io mi compro i giochi per la play".
Mi sfugge qualcosa....o non dovremmo esser noi genitori a sgridare i figli...e non viceversa ?
Ne ho tanti di libri, è vero. Ma il Mastebook di Michalak non poteva mancare sulle mie mensole.

Pate sablee
90 g di burro morbido
35 g di zucchero a velo
1 g di fior di sale
80 g di farina

Tirare fuori per tempo da frigo il burro in modo che raggiunga la temperatura ambientale.
Setacciare lo zucchero a velo e la farina e lavorarli con il burro con le fruste di uno sbattitore casalingo quel tanto che serve ad ottenere un composto cremoso.
Con una spatola, stendere l'impasto su una tortiera di 18 cm di diametro, precedentemente imburrata ed infarinata e cuocere per 8 minuti in forno precedentemente riscaldato a 180 °C.

Biscuit trocadero pistache
55 g di zucchero a velo
25 g di farina di pistacchi
8 g di fecola di patate
30 g di farina di mandorle
5 g di tuorlo
15 g di pasta di pistacchi
80 g di albumi
20 g di zucchero semolato
40 g di burro

Setacciare lo zucchero a velo, la farina di pistacchi e la fecola di patate.
In una terrina, lavorare con le fuste di uno sbattitore casalingo le polveri setacciate con la farina di mandorle, il tuorlo, la pasta di pistacchi e 40 g di albumi.
Montare a crema consistente i restanti albumi con lo zucchero semolato e poi aggiungerli, mescolando delicatamente a mano con una spatola, al composto precedente.
Da ultimo, unire il burro precedentemente fuso a 45 °C.
Versare il composto sulla pate sablee e cuocere in forno a 180 °C per 15 minuti.
Lasciar raffreddare e poi togliere dallo stampo.

Creme chantilly ivoire pistache
250 g di panna fresca al 35% di materia grassa
75 g di cioccolato bianco al 35% di cacao
20 g di pasta di pistacchio
1 g di fior di sale

Portare a bollore la panna con 1 g di fior di sale in una casseruola.
Nel frattempo, sminuzzare il cioccolato bianco e metterlo in una casseruola insieme alla pasta di pistacchi.
Versare la panna sul cioccolato in tre volte, mescolando energicamente con movimenti rotatori partendo dal centro.
Lasciar raffreddare, coprire con la pellicola alimentare a contatto e porre in frigorifero.

Confit fraise
200 g di purea di fragole
20 g di sciroppo di glucosio
2 g di pectina NH

Fondamentale la qualità delle fragole. Io consiglio la varietà Candonga, senza eguali per sapore e consistenza, tanto più se non reperite la pectina, in quanto le Candonga sono molto carnose. Se non reperite la pectina, usate il fruttapec.
Versare la pure di fragole, lo sciroppo di glucosio e la pectina in una casseruola. Portare a bollore, togliere dal fuoco e lasciar raffreddare.

Pistaches caramelisee
100 g d'acqua
100 g di zucchero semolato
100 g di pistacchi
1 g di fior di sale
20 g di burro

Tostare i pistacchi in forno a 160 °C.
Portare ad ebollizione in una casseruola l'acqua e lo zucchero.
Aggiungere i pistacchi appena tolti dal forno (non lasciateli raffreddare) ed il sale e mescolare energicamente. Aggiungere il burro e mescolare.
Versare su un tappetino di silicone, separandoli bene tra di loro.

Montaggio
Stendere la confettura di fragole sulla base di pate sable e biscuit.
Con un sac a poché  con bocchetta liscia da 6 mm formare dei ciuffi.
Aggiungere le fragole ed i pistacchi caramellati.

28 commenti:

  1. E che dolcetto goloso hai preparato, sicuramente visto su questi libri. Quante volte non capita di vederli e di acquistarli che non si sa mai dove metterli, ma almeno qualche un spunto per qualche nuova ricettina si trova sempre. Buon weekend in compagnia di questa torta bellissima e molto invitante !

    RispondiElimina
  2. Aiutooo! Davvero le cose possono ribaltarsi in questo modo?! Fragole e pistacchio sono un idillio... approvo l'acquisto! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  3. Cri!!!! che ventata di primavera con questo fantastik!!!
    armonia di colori e sapori e consistenze, e quel tocco finale dato da "pepite" verdi cristallizzate...
    eh già...non basterebbe una vita per fare le ricette dei libri che abbiamo (beh, data la tua biblioteca, a te non ne bastano nemmeno due di vite!)...ma basta un solo dolce così per giustificare l'acquisto di un intero libro.
    e dai, che è una bella fortuna avere un giovane figlio che ti tira le orecchie per i tuoi "vizi"... :-)
    un abbraccio!!!!

    RispondiElimina
  4. Anche io ogni tanto mi dico la stessa cosa non dovrebbero essere i genitori a sgridare i figli,anche io vengo sgridata quando compro libri e.o formine e attrezzi vari,bellissima la torta se è presa da quel libro si sarà ricreduto tuo figlio,da me così fanno,felice domenica

    RispondiElimina
  5. Tu sei davvero una maga! Sono ammirata dalla bellezza e dal senso di dinamismo di questa torta, per non parlare del gioco di sapori e consistenze. Complimenti Cristina, sei bravissima!

    RispondiElimina
  6. Urca che meraviglia!! Bravissima!!
    Sapori e consistenze perfettamente bilanciati!!
    Favolosa!! Buona Domenica!!

    RispondiElimina
  7. Ciao carissima passo dopo tanto tempo per un saluto e per ammirare le tue sempre fantastiche creazioni!
    un abbraccio e buona domenica!
    a presto

    RispondiElimina
  8. mi hai stesa con questa delizia!!!! io non sarò mai capac|!!!!!!

    RispondiElimina
  9. hahhahah tuo figlio è l'equivalente dei miei genitori!! Però quei libri sono irrinunciabili! E poi quando gli avrai proposto una fetta di questa meraviglia dubito abbia avuto da obiettare!

    RispondiElimina
  10. Cristina ti sei fatta rimproverare dal figlio allora!! ahahah mi hai fatto sorridere, ma se la sua mamma fa delle torte così belle e buone, allora ben vengano tutti i libri di cucina del mondo! sei sempre meravigliosa nella realizzazione dei dolci!! deliziosa anche questa! buon inizio di settimana!

    RispondiElimina
  11. Questi figli .... come ti capisco! Mia figlia a volte mi rimprovera come se fossi io la bimba e lei la mamma ... perciò! Bellissima questa torta ma ormai ho finito gli aggettivi per te. ♥

    RispondiElimina
  12. Accade anche a me, cara Cri! Tu comunque continua a comprare libri, non c'è cosa più bella che sfogliare un libro di ricette. Fai sempre delle torte fantastiche, bravissima tu! Biscuit trocadero pistache... questo mi interessa davvero, grazie per aver condiviso la ricetta. Un abbraccio forte :-)

    RispondiElimina
  13. Anche io amo i libri follemente, se ne avessi le capacità comprerei a dismisura, soprattutto il tuo genere, dolci a non finire, ma devo regolarmi, così me ne regalo uno ogni tanto, altrimenti mio marito mi fa uscire fuori con tutti i libri al seguito ^_^...perciò capisco il rimprovero di tuo figlio.
    Questa ricetta è super...sei un'impavida esecutrice, laddove io spesso rimando per tempo o per paura....

    RispondiElimina
  14. Ehehehe quando uno ha una passione c'è poco da fare... Ti devo fare i super complimenti per questa meraviglia, perché di questo effettivamente si tratta. Bravissima! Baci

    RispondiElimina
  15. Bellissima torta, il particolare è che mi è venuto un languorino pazzesco solo leggendo gli ingredienti, deve essere veramente fantastik!
    Un bacio!

    RispondiElimina
  16. ciao Cri, scusa il ritardo ma questa torta è superlativa...grazie mille!

    RispondiElimina
  17. ahahahahhaha...... ma dici che sarà così anche per me, visto che mi è toccato in sorte un figlio maschio??? :D

    Che posso dire di questa torta? è magnifica...un'esplosione di colori...
    Tanti sinceri complimenti Cri!
    Sei troppo brava :*

    RispondiElimina
  18. Siii l'hai comprato? Lo devo prendere anche io, e no il Masterbook non può assolutamente mancare tra gli altri tanti tanti libri. E vedo che non hai resistito nemmeno al fantastik! Un incanto cara, come tutte le tue magie Bacioni

    RispondiElimina
  19. Ouh la', la'!! c'est fantastik! ♡

    RispondiElimina
  20. assoluto spettacolo di torta!!! bacioni

    RispondiElimina
  21. una gran bella versione di torta di fragola, con delle preparazioni molto professionali

    RispondiElimina
  22. Ehi, ma ogni volta che sparisco per un po' torno e sei migliorata? Ogni volta mi dico meglio di così non si può fare ma tu mi stupisci...ti abbraccio fortissimo e cercherò di accontentarti e non svanire più nel nulla!

    RispondiElimina
  23. Adoro i pistacchi e con le fragole questo dolce diventa da urlo!!!!!! Bravissima un dolce tanto goloso e invitante!!!!

    RispondiElimina
  24. Questa la devo proprio provare!!! :D
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  25. Cara Cristina, eccomi finalmente a lasciarti un commento...che torte straordinarie, sempre. La glassa lucidissima in cui si specchiavano le ante della cucina :-), la tua eccezionale meringa e questa torta..secondo me giustifica da sola l'acquisto del libro! A me piace anche solo sfogliarli, se poi si scopre una buona ricetta, ancora meglio. Da quando sono diventata una donna virtuosa (ahahaha...ops :-D) leggo molto più di quanto cucini ma un giorno passerà. Volevo rassicurarti sul fatto che non sarò mai magra. Un bacione

    RispondiElimina
  26. Cristina, questa me la sono persa come è possibile? è un vero capolavoro! Chissà se un giorno riuscirò ha creare una torta bella così!
    Sono estasiata da tanta bellezza e bravura! Sei meravigliosa...grazie per questa coccola di dolcezza!
    Un abbraccio e felice serata!
    Laura♡♡♡

    RispondiElimina
  27. ehhh il masterbook di Michalack è assolutamente imperdibile! Io mi lascio sempre ispirare dal suo modo di comporre i dolci, sono bellissimi e incredibilmente creativi, per me è il n.1! Anche io ho appena postato una crostata di fragole e pistacchi ispirata alle sue Fantastik. Bravissima Cri, la tua è perfettamente riuscita, dev'essere davvero buonissima! Un abbraccio, a presto! Cri

    RispondiElimina