mercoledì 25 novembre 2015

Plumcake al limone


Ho un debole per i plumcakes. Quanti ne ho fatto negli anni ! Mi piace tanto la forma a cupoletta perché è rassicurante: si è mai visto un dolce tondeggiante che non sia lievitato a dovere e che non sia sofficissimo e delicato al tatto ? Certo che no ! 

Da "Dolci facili facili" di Salvatore De Riso
Ingredienti per uno stampo da 28 cm di diametro
200 g di burro
250 g di zucchero a velo
1 pizzico di sale
scorza grattugiata di tre limoni bio
semi di mezzo baccello di vaniglia
150 g di uova (3 medie)
80 g di latte
200 g di farina 00
70 di fecola di patate
1/2 cucchiaino di lievito per dolci

Tirare fori dal frigorifero per tempo le uova ed il burro in modo che raggiungano la temperatura ambientale.
In planetaria con la frusta, o con uno sbattitore casalingo, montare il burro ammorbidito con lo zucchero a velo, il pizzico di sale, la scorza grattugiata dei limoni (la ricetta ne prevederebbe uno solo, ma per i miei gusti e i plumcake fatti negli anni, non è sufficiente se si vuole che il sapore del limone sia nettamente percepibile) ed i semi del baccello di vaniglia fino a quando il composto non assumerà una consistenza areata, gonfia a spumosa. Il burro dovrà sbianchire, come si dice in gergo "pasticcero", ovverosia diventare bianco. E' fondamentale per la buona riuscita del dolce che la montata di burro e zucchero sia fatta correttamente. Se non è montato a sufficienza, così pure se è montato troppo, con la cottura il dolce non si gonfierà ulteriormente.
La ricetta prevede poi l'aggiunta dei liquidi (uova e latte) un po' per volta e poi delle polveri. Io ho da tempo fatto mio il metodo di un grande Maestro della pasticceria, ossia di Iginio Massari il quale aggiunge liquidi e polveri un terzo alla volta ed alternandoli tra loro (1/3 liquidi, 1/3 polveri e così via). Ho sperimentato che versare i liquidi tutti in una volta, seppure a filo facendo attenzione che vengano assorbiti dall'impasto prima di aggiungerne altri, aumenta il rischio che l'impasto si stracci (tipo...uovo strapazzato o maionese impazzita per intenderci). Le polveri (farina, fecole e lievito) vanno sempre previamente setacciate tra loro per un paio di volte per evitare che residuino dei piccoli grumi.
Versare in uno stampo da plumcake imburrato, praticare un taglio in verticale (dall'alto verso il basso) per tutta la lunghezza del dolce e cuocere in forno preriscaldato a 180 °C per 45-50 minuti (in ogni caso regolatevi con il vostro forno e fate sempre la prova con lo stuzzicadenti, che deve uscire completamente asciutto).

19 commenti:

  1. I plum cake per me hanno il sapore dei ricordi: erano le merendine che portavo a scuola (anche se poi tornavano a casa tal quali), ma erano anche i cake che più spesso mi preparava mia madre. Il profumo che si spargeva in casa, di limone, intenso, quasi da sembrare di essere in costiera seduti sotto un albero, è vivo nella mia memoria. E quanto mi emoziona il morso di una sola fetta. Un passo indietro nel tempo, nella semplicità.
    Ti abbraccio forte.

    RispondiElimina
  2. vero senza dubbio e' un peccato troppo goloso!!!

    RispondiElimina
  3. Una vera coccola molto profumato e soffice !

    RispondiElimina
  4. SENZA DUBBIO E' DAVVERO DELIZIOSO, MI PIACCIONO I DOLCI SEMPLICI CHE RICORDANO I MOMENTI IN FAMIGLIA!!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  5. Questo plumcake deve avere una consistenza deliziosa ed il sapore deve conquistare fin dal primo morso..bravissima!

    RispondiElimina
  6. Delizioso nella sua semplicità!!!!!

    RispondiElimina
  7. Beh ma ti ho copiato il post praticamente! Ahahahah questo è feeling cara :). Un abbraccio

    RispondiElimina
  8. trovo irresistibile il profumo di questi dolci da colazione...quel misto di burro e aromi (vaniglia...agrumi...)...trovo irresistibile una spessa fetta inzuppata dentro il latte per iniziare bene la giornata...e poi continuare a tagliarne un po' ogni volta che ci transito davanti...
    questo plumcake ha un aspetto fantastico!!! morbido, con grana fine e scioglievole, zero gommosità. Lo voglio!!!!!!!!!!!! come faccio?
    ciao Cri!

    RispondiElimina
  9. Ciao che buono questo plumcake :-) ne vorrei una fetta

    RispondiElimina
  10. Anch'io come te ho adottato da tempo il metodo Massari per le montate al burro. Quoto ogni tua osservazione...
    E visto quanto mi piacciono i cake di questo tipo mi toccherà provarlo 😊!

    RispondiElimina
  11. meraviglioso nella sua semplicità....già lo adoro!

    RispondiElimina
  12. ecco mi accodo a Simona e dico anche io che mi piace in tutta la sua semplicità questo plumcake! :)

    RispondiElimina
  13. splendido il cake e la foto colorata e luminosissima!

    RispondiElimina
  14. passo ad augurarti un felice Natale e un fantastico 2016, un bacio

    RispondiElimina
  15. Sono passata per farti gli auguri di buon anno, che sia per te e famiglia un 2016 meraviglioso, ricco di gioia, amore e tanta serenità!
    Un caro abbraccio e felice settimana!
    Laura<3<3<3

    RispondiElimina
  16. Cri, le tue ricette non sono mai delle semplici ricette: i consigli e suggerimenti che ci infili le fanno uniche e cosi piacevoli da leggere! Grazie!

    RispondiElimina
  17. Chissà che nuvola e che profumino..appena alzati dal letto, poi, è proprio un bel risveglio ^_^ Complimenti Cristina e ancora tantissimi auguri di felice 2016 <3

    RispondiElimina
  18. un classico grande, grande ispirazione

    RispondiElimina

Printfriendly