martedì 29 luglio 2014

Sbrisolona mantovana


Mio padre in fatto di dolci ha gusti rustici (primitivi, sarebbe più proprio chiamarli in taluni casi !). Dategli una sbrisolona e non si tirerà mai indietro.
Questa ricetta mi ha conquistato per il giusto mix di friabilità (nota dominante) e croccantezza.

Da "Profumi dal forno" di Omar Busi
dosi per due torte da 26 cm di diametro
300 g di farina debole (W=160)
230 g di zucchero semolato
220 g di mandorle bianche in polvere
200 g di mandorle con buccia
185 g di burro fresco a dadini a 2 °C
150 g di farina di mais
100 g di uova
75 g di fecola di patate
10 g di baking
10 g di armelline
5 g di sale
1 baccello di vaniglia


Tritare finemente nel mixer lo zucchero semolato con le mandorle e le armelline. Metterli all'interno della planetaria insieme alla farina, alla farina di mais ed alla fecola, aggiungere il burro freddo ed impastare. Inserire le uova, poi il sale, la polpa del baccello di vaniglia ed il baking. In ultimo le mandorle con la buccia. Disporre l'impasto sbriciolato all'interno delle tortiere e cuocere a 170 °C per 35 minuti, poi a 140 °C per altri 40 minuti.

22 commenti:

  1. io la adoro, mi ricorda troppo la mia terra!

    RispondiElimina
  2. io questa l'adoro.
    pasticcio con creme e mousse...
    ma non resisto al bordo croccante di una crostata o, ancor meglio, ad un pezzetto di sbrisolona!!!
    dolce, burrosa, friabile, "ruvida"...
    il lato primitivo prende il sopravvento! ;-)
    (qui da me invece c'è la fregolotta...che però non so replicare)
    ciao Cri

    RispondiElimina
  3. que sugestão tão gulosa, que aspecto guloso.
    Esse crumble está mesmo tentador.

    beijos

    RispondiElimina
  4. Bellissima e buonissima! anche io l'ho preparata tempo fa e adorata subito! Complimenti cara!

    RispondiElimina
  5. Amica cara, anche se stiamo passando meno sui reciproci blog, il nostro affetto è immutato, lo so!!! Sono settimane in cui saltello da una nuvola all'altra :-), sono talmente presa dalla novità del trasferimento di mio marito che sono più svagata del solito. Questa cosa ci cambierà la vita, non sai quanto. Sto trascorrendo anche io pochissimo tempo sul web. Veniamo ai tuoi inarrivabili dolci. La sbrisolona sembra facile ma la tua no, perfetta nella sua rusticità. Ci vorrebbe un corso privato da impartire alla sottoscritta, imbranatissima con i dolci. Secondo me passeremmo il tempo a chiacchierare e a ridere...ma sarebbe bellissimo :-). Un bacio, dolce Cri <3

    RispondiElimina
  6. Anche io adoro i dolci rustici.. e un pezzetto lo prenderei giusto adesso, con un bel té fumante. Si potrebbe pensare che siamo già in inverno visto il tempo fuori.. e la cosa mi crea non poco disappunto. Menomale che ci sei tu con il tuo stupendo dolcino <3 Un abbraccione

    RispondiElimina
  7. mmmmm...la adoro!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  8. aahah uno dei dolci più buoni che esistano! Lo spezzi con le mani e in men che non si dica, non ne rimane neanche una briciola! Il tuo babbo ha proprio ragione! Proverò questa ricetta di Busi, dalla foto il risultato è perfetto! Ciao, Cri, a presto!

    RispondiElimina
  9. Io i dolci li adoro tutti; rustici e non! La sbrisolona me la fa sempre una amica Mantovana, quando vado a trovarla, ottima. Eccomi a te dopo un periodo in cui sono mancata per forza, ero senza connessione. Tutto bene? Prendo un pezzetto della tua buonissima sbrisolona e vado. Buona domenica

    RispondiElimina
  10. La sbrisolona l'ho sempre provata dagli altri....e' buonissima...e questa e' tanto invitante!!!!Baci!!!

    RispondiElimina
  11. Non riesco a dar torto a tuo padre, i dolci cremosi e moderno sono bellissimi e infinitamente eleganti, ma io non so resistere alla frolla, agli impasti rustici e la friabile croccantezza di questa sbrisolona mi fa impazzire! Se non mi mancasse la farina di mais, sarei già corsa a prepararla :)

    RispondiElimina
  12. Cara Cristina, dopo una lunga assenza dal blog sono passata a trovarti e vedo questa meravigliosa torta, perfetta a dir poco come tutte le tue creazioni e sicuramente buonissima:)) mi viene l'acquolina solo a guardarla:))
    bravissima come sempre, complimenti:))
    un bacione:))
    Rosy

    RispondiElimina
  13. carissima Cristina, ui da te trovo sempre delle coccole deliziose!!!!!

    RispondiElimina
  14. deliziosa! anche se io amo di più i dolci soffici!!

    RispondiElimina
  15. questa è una coccola di dolcezza con i fiocchi e controfiocchi...l'adoro :)
    un bacio, buona settiamana

    RispondiElimina
  16. Ciao Cri dopo tanto passo per un saluto come sai il tempo è sempre poco, comunque ti tengo d'occhio dal mio blogroll, qui trovo sempre delle cose bellissime come questa delizia tradizionale!
    Intanto ti lascio un grosso abbraccio a presto! (spero che la tua assenza sia dovuta alle vacanze)

    RispondiElimina
  17. una sbrisolona da urlo per quanto è bella

    RispondiElimina
  18. Tesoro mio.. ma le ricevi le mie mail??

    RispondiElimina
  19. Ne sto approfittando per salutare le bloggalline! Complimenti per il blog!!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  20. Tuo parere ha pienamente ragione, buoni i dolci raffinati ma quelli rustici hanno sempre il loro fascino e si mangiano sempre volentieri.
    Ti abbraccio Nahomi

    RispondiElimina
  21. Che bello tornare a salutarti dopo tanto tempo! Ho fatto un giro tra i tuoi ultimi capolavori e devo aver messo su 5kg solo a guardare le foto! Ti abbraccio forte!

    RispondiElimina
  22. è una torta che farebbe impazzire anche me, Cri, per la presenza delle mandorle!Sublime!

    RispondiElimina