lunedì 27 maggio 2013

Crostata al farro e noci caramellate



Le prime giornate di fine estate. Quelle nelle quali la temperatura si abbassa di colpo, il sole muta le sfumature dei suoi raggi ed improvvisamente senti che è arrivato l'autunno. Le mattine che a svegliarti presto è il freddo che ti senti addosso e hai bisogno di tirarti su la coperta e capisci che l'estate è finita. Sabato ed anche ieri mi son svegliata così. Molto presto perché avevo freddo. Aperta la finestra mi sono stropicciata gli occhi incredula nel vedere le montagne imbiancate dalla neve caduta durante la notte. Il termometro sul terrazzo che segna dieci gradi. Il giornale di Vicenza che parla di 80 cm di neve fresca sull'altipiano. Mi ci è voluto un bel quarto d'ora per scuotermi via la sensazione di essere stata catapultata a piè pari nell'autunno, saltando con un bel balzo l'estate. Di accendere il riscaldamento non se ne parla nemmeno. Ma il forno, quello si ! Lui è sempre pronto a lavorare. Per stare in tema autunnale le noci mi son sembrate le più indicate: una carica di calorie (manco ne avessi bisogno !). Ma poi le ho smaltite pedalando...pedalando...pedalando...con il pensiero con quei mostri sulle due ruote che han corso l'ultima tappa del giro d'Italia. Tutto il pomeriggio bella comoda in poltrona, sotto la copertina, con una bella tazza di tisana.
P.S. Se qualcuno mi scrive "ma come con questo caldo fai ancora dolci invernali", io non posso che sperare che "quel caldo" arrivi prima o poi anche in pianura padana. 

Per la pasta frolla (per una tortiera da 26 cm di diametro):
200 g di farina di farro
100 g di gherigli di noci
150 g di burro freddo
120 g di zucchero semolato
100 g di uova intere (2 uova)
1 cucchiaino di caffé di zucchero vanigliato o i semini di mezzo baccello di vaniglia 

Per il ripieno:
350 g di zucchero
300 ml di panna fresca
30 g di miele
450 g di gherigli di noci
50 g di acqua 

Per il crumble alle noci
150 g di burro
150 g di zucchero
150 g di farina
150 g di gherigli di noci tritati molto finemente

Questa ricetta di frolla è particolarmente indicata per foderare le tortiere in quanto è mediamente friabile, ha una buona tenuta dei bordi, conserva bene la fragranza (se la torta viene tenuta in frigo la frolla non si riempie di umidità) e tiene bene il taglio (si formano le fette senza che la frolla si sbricioli).
In planetaria con la foglia (o con uno sbattitore casalingo) far sabbiare il burro freddo a dadini con la farina (si ottiene un composto simile ad una sabbia dalla grana grossa). Aggiungere le uova (miscelate a parte con una forchetta), i gherigli di noci, precedentemente ridotti a farina con un mixer (fare attenzione nel compiere questa operazione perché la frutta secca rilascia l'olio per cui bisogna evitare di surriscaldarla) lo zucchero ed i semi di vaniglia e impastare qualche secondo, quel tanto che basta a formare un composto omogeneo. Formare un panetto alto un paio di centimetri, avvolgere nella pellicola e lasciare raffreddare in frigo.
Nel frattempo preparare il ripieno.
Tritare grossolanamente le noci.
Mettere in un pentolino (possibilmente di rame, altrimenti antiaderente) l’acqua con lo zucchero e scioglierlo fino ad ottenere un caramello biondo. Fare attenzione a non farlo scurire altrimenti diventa amaro.
Unire la panna portata a bollore su un tegamino a parte e mescolare. La panna deve essere aggiunta subito dopo che ha raggiunto il bollore perché se non è abbastanza calda la differenza di temperatura indurisce il caramello che diventa inutilizzabile. Va versata sul caramello molto lentamente, lasciandola cadere su un cucchiaio di legno altrimenti gli schizzi rischiano di ustionare.
Aggiungere il miele e le noci e mescolare bene
Stendere la pasta in un disco di mezzo centimetro di diametro e foderare il fondo della tortiera. Versare il composto di noci e caramello e coprire con il crumble di noci preparato impastando i quattro ingredienti a mano, con la punta delle dita e quel tanto che basta a formare un composto sbriciolato.
Cuocere in forno preriscaldato a 180 °C per 45 minuti.
Lasciare raffreddare nella tortiera prima di sformare la torta.

31 commenti:

  1. Ciao Cristina, estate, primavera, inverno... non c'è stagione per un dolce così goloso, adoro le noci e questa ricetta la rifarò sicuramente!!! Bravissima!!!
    bacioni...

    RispondiElimina
  2. è una torta che non ha stagione...io la divorerei anche in piena estate!
    Che buona.......

    RispondiElimina
  3. E' successa la stessa cosa a me, ero incredula, stupefatta ed anche arrabbiata!!! Insomma un pò di calduccio ci vuole! Mi consolerei volentieri con la tua torta. Buonissima.
    Alice

    RispondiElimina
  4. apparte che qui di caldo non se ne vede neanche l'ombra per ora quindi i dolci invernali sono ancora ben accetti, poi questa torta è fantastica... deve essere troppo buona!!!

    RispondiElimina
  5. mamma mia che dolce fantastico, complimenti per la ricetta, buona serata

    RispondiElimina
  6. Da fare! Farina di farro e noci sono fatte una per l'altra e il ripieno è interessantissimo...
    Deve essere strepitosa! Complimenti:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, la farina di farro, con il suo retrogusto di nocciola è perfetta con tutta la frutta secca. Il ripieno, se ti piace il sapore del caramello, che, peraltro, non è molto accentuato, è strepitoso

      Elimina
  7. Grazie di cuore per avermi inviato la ricetta, non si vede la foto nell'anteprima del post! puoi provare a riinserirla??? grazie ancora...condivido sui social!

    RispondiElimina
  8. Hai proprio ragione! Con questo tempo viene proprio voglia di rispolverale i dolci autunnali.
    Questo col caramello è proprio super!

    RispondiElimina
  9. Ciao Cristina, qui invece, pur non essendoci ancora un caldo afoso (per fortuna..se penso all'anno scorso...), le temperature sono miti e gradevoli...fin quando è possibile anch'io continuo ad utilizzare il forno (e la cosa non mi dispiace affatto!!), in quanto poi, quando arriveranno i 45° sarà umanamente impossibile accenderlo!!!!
    Ti faccio i miei migliori complimenti per questa crostata, sei sempre bravissima, e le tue creazioni mi stupiscono sempre, sia per la tua creatività, sia per l'aspetto troppo invitante che per gli abbinamenti azzeccatissimi che lasciano sempre immaginare un sapore buonissimo!!!
    Un bacione e buona settimana!!
    Rosy

    RispondiElimina
  10. Ti dirò che qui certo non ha nevicato, ma le temperature sono scese. Ci sono forti escussioni termiche nelle varie fasce orarie della giornata..e sta diventando una vera scocciatura...buonissima questa torta..amo le noci.
    Buona giornata !

    RispondiElimina
  11. Hai ragione sembra autunno... senza aver passato l'estate.... e si hai ragione nell'aver preparato questa torta.... autunnale al punto giusto e immagino dal sapore inconfondibile.... a parte che è bellissima da ammirare... posso solo immaginare quanto sia buona!!!!!
    Curiosità: oltre alle noci quale altra frutta secca si può usare?
    ti abbraccio....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me puoi tranquillamente usare nocciole e mandorle, meglio se tostate, anche per il ripieno. Il farro è perfetto con la frutta secca. Un abbraccio, Federica !

      Elimina
  12. Mangerei molto volentieri una fettina a colazione!
    Il ripieno deve essere spettacolare! ....che buona!!

    RispondiElimina
  13. Ciao Cristina! Come ti capisco, anche da me freddo freddo... a letto ho rimesso la trapunta!! O.O Questa crostata sembra DELIZIOSA!! Posso dire che amo ogni dolce che fai?? Mi segno anche questa ricetta da provare al più presto... o anzi, come auspicio dico "spero di poterla provare tardi, quest'autunno"... così magari nel frattempo il caldo arriva!!! Un abbraccione e bravissima davvero!

    RispondiElimina
  14. Cri, come hai ragione, anche qui fa freddo e l'estate/primavera ormai tarda tantissimo ad arrivare! il tuo dolce mi piace proprio. Lo trovo elegante e sfizioso.. quante cose imparo da blog belli come il tuo. Davvero lo penso Cri!
    Un abbraccio gioia bella.. e vienimi a trovare presto, la voglia di abbracciarti è tantissima! ;D Valeria

    RispondiElimina
  15. Trovo che la tua crostata sia perfetta per questi giorni! A me un fettone...presto!!! Da me domenica c'erano 12° e ha fatto una grandinata pazzesca che mi ha svegliata per il forte rumore sui vetri dei lucernai! Ultimamente sto facendo pochi dolci e piatti veloci ma mi sta venendo voglia di polenta :-D. Un bacio, carissima!!

    RispondiElimina
  16. stassa cosa anche per me! sabato era freddissimo, coperta di lana e tè caldo, ma questa torta mancava, dovrò rimediare, troppo buona! ciao :-)

    RispondiElimina
  17. Le noci mi commuovono,anche a ferragosto!Che io le ami è risaputo,forse colpa di quell'alberone che troneggia vicino casa...Le amo fresche,ma secche nei dolci son qualcosa di meraviglioso,come la tua crostata golosa!Grazie della ricetta,ne farò tesoro e non aspetterò mica l'autunno per rifarla o siamo già in autunno?!Un bacione!

    RispondiElimina
  18. Una crostata pazzesca e poi con sto tempo c'è ancora troppa voglia di coccole.

    RispondiElimina
  19. Complimenti un dolce fantastico e molto particolare!!!!

    RispondiElimina
  20. E' tornato l'autunno anche qui cara Cristina, neppure io ci volevo credere quando domenica ho visto sul Gran Sasso degli spruzzi di neve ! E io ho dovuto ritirare fuori le magliettine di lana leggera !
    Quindi, cosa chiedere di meglio di una fetta della tua crostata? Che si, sta bene col freddo, ma che io ti confesso che non disdegnerei neppure in piena estate !
    Buonissima e bellissima da vedere, oltre che ben spiegata, complimenti :)
    Baci

    RispondiElimina
  21. hai ragione! milano sembra che attenda babbo natale!!!! :-D
    che meraviglia è qst torta??? celebrerei inverno, estate, autunno e primavera con questa!!

    RispondiElimina
  22. Meravigliosa e anche in estate la mangerei volentieri! Brava :)
    http://mieleevaniglia.blogspot.it/

    RispondiElimina
  23. Pazienza, ormai quest'anno le stagioni hanno giocato a nascondino, non si è capito nulla!
    La tua crostata invece è strepitosa, per me non esistono dolci invernali o estivi, esistono dolci buoni e basta.

    RispondiElimina
  24. Anche qui al sud ci sono state giornate che ricordavano più l autunno che la primavera!!! Certo qui niente neve!! Oggi però il sole fa capilinea sul mio terrazzo speriamo resisti ho proprio boglia di una giornata di mare. La tua crostata ha un aspetto molto invitante e che ci frega se le noci sono caloriche. A presto Nahomi

    RispondiElimina
  25. Come hai ragione cara Cristina! Anche da noi le temperature sono da autunno e la pioggia non la vuole smettere di cadere. Le montagne le vedo anche io innevate ma non sono le stesse che vedi tu ...
    La torta che dire? Credo sia buonissima, anzi ne sono sicura. Un bacione

    RispondiElimina
  26. Che torta buona...si proprio in tema col clima di oggi...ti commento in ritardo ma il passaggio qui merita...non ho mai assaggiato una torta simile...ricetta segnata...

    RispondiElimina
  27. Ciao,
    ho scoperto da poco il tuo sito ma ne sono già appassionata!!!
    In particolare sono innamorata di questa ricetta e vorrei riprodurla ma ho un paio di domande:
    - per il crumble alle noci si deve usare farina di farro o 00?
    - per il ripieno, 450 g di noci intere (con il guscio) o si intende gherigli?
    Ti ringrazio in anticipo,
    Stefania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefania, ti ringrazio per l'entusiasmo che hai ! Per il crumble alle noci puoi usare indifferentemente la farina di farro o quella 00. Per il ripieno, 450 g di gherigli di noce. (Lo aggiungo anche nella ricetta)

      Elimina