mercoledì 6 febbraio 2013

Torta alle nocciole e gianduia


Gli uomini, si sa, non riescono a fare due cose cose contemporaneamente. Non ce la possono proprio fare, neanche se son operazioni semplici! Non è nelle loro corde. Ieri ho chiesto a mio figlio di affettare i finocchi e mentre lo faceva continuava ad interrompersi perché...doveva raccontarmi gli aneddoti di scuola!! Parlare e usare il coltello in contemporanea gli risultava troppo difficile. Le donne, al contrario, sono multi tasking. Ma qualche volta vorrei esser come loro. Scena di ieri sera: assemblo una mousse al cioccolato bianco e la infilo nell'abbattitore. Nel frattempo preparo questa torta e la inserisco in forno. Carico la lavastoviglie e la aziono. Giro la manopola della centrifuga della lavatrice, accendo la "stufetta" che fa caldo in bagno e, alla volta della mezzanotte e mezza, mi infilo sotto la doccia. Lo shampoo scende dai capelli e... tac... salta la corrente! 
Ommiodio la torta in fornooooo! Dopo essermi strabenedetta perché, al solito, faccio troppe cose in simultanea finisco in fretta e furia la doccia con l'acqua che nel frattempo era diventata fredda. Mi infilo l'accappatoio nonna style (un rosa antico inguardabile) dalla medesima ereditato e scendo le scale furtiva per attaccare l'interruttore generale...tanto a quest'ora chi vuoi che mi veda, mi son detta. E invece no! Mi son incrociata con il fusto del piano di sopra che saliva le scale e che mi ha lanciato uno sguardo  tra il patetico e l'allibito. Se nelle aree più recondite del mio cervello mi era rimasta una misera speranza di poter essere ancora desiderabile per un uomo... beh... lui mi ha tolto ogni speranza  
Meglio compensare la mia frustrazione con una fetta di questo dolce che povero ha risentito del calo di temperatura del forno

Per una tortiera da 22 cm di diametro
150 g di cioccolato gianduia
210 g di nocciole (o farina di nocciole)
140 g di zucchero semolato
130 g di burro
250 g di uova (5 medie)
5 g di rhum

Tostare le nocciole in forno a 150 °C per una quindicina di minuti. Quando si saranno raffreddate, frullarle con metà dello zucchero fino ad ottenere una polvere abbastanza fine (fare attenzione a non frullarle troppo diversamente fuoriesce l'olio).
In un tegamino, sciogliere a bagnomaria il burro con il cioccolato. Versare in una ciotola e aggiungere il rhum (non omettetelo perché svolge funzione lievitante), i tuorli d'uovo e le nocciole in farina. Mescolare per amalgamare bene.
A parte montare gli albumi con la restante metà dello zucchero fino ad ottenere un composto molto cremoso (tipo la mousse per i capelli!) ma non fioccato.
Con una spatola, mescolando delicatamente e facendo attenzione e non smontarli, unire gli albumi al resto dell'impasto.
Versare in una tortiera precedentemente imburrata ed infarinata e cuocere in forno preriscaldato a 180 ° C per 45 minuti. La torta non deve asciugarsi del tutto: resterà un po' umidina anche quando si sarà raffreddata. Attendete che arrivi alla temperatura ambientale prima di toglierla dallo stampo...altrimenti rischiate che vi si sbricioli!


23 commenti:

  1. bella e gustosa la tua torta...

    RispondiElimina
  2. Ciao Cristina :) Gli uomini non riescono a fare due cose contemporaneamente, verissimo, però se vedono una donna farlo non si meravigliano più di tanto e magari dicono pure: ma che ci vuole?! Ahhh... Non sai quante volte mi capita la storia della corrente ahahahahah e ogni volta devo scendere giù... Questa torta è invitantissima, salvo subito la ricetta! Complimenti, un bacione e buona giornata :**

    RispondiElimina
  3. Cristina fli uomini non sono multitaskin come noi donne:) anche se a volte sbagliamo anche noi:)
    tesoro grazie che torta speciale hai fatto!! poi e' dolcissima con quel cuore non potevi fare di meglio sono felicissima!! ti inserisco presto:)
    un bacione

    RispondiElimina
  4. Capita sempre così !!! E' un classico..è successa una cosa simile a me, l'unica sera che sono scesa a buttare l'immondizia in modo non proprio presentabile e ben oltre la mezzanotte :D !
    Anche io sono quella delle 10 cose tutte insieme..è inutile..abbiamo una marcia in più ! Dolce splendido !
    Un abbraccio !

    RispondiElimina
  5. Ciao!!
    Che bel colore questa torta.. e poi cioccolato gianduia e nocciole è sempre un'accoppiata vincente!!!!
    La proverò senza dubbio.
    Complimenti.
    Federica

    RispondiElimina
  6. Ah!ah!ah!..mi immagino la scena..e mica poteva salire il vecchietto..no proprio il fusto...
    Io sono una regina nell'attaccare più elettrodomestici contemporaneamente e fa r saltare i tappi...poi mio marito si lamenta..ma lui mica stira, attacca la lavastoviglie, la lavatrice..no?..certo che loro vivono meglio, aprendo 'una finestrella alla volta'....
    Ma hai il Fresco? (abbattitore)...sai che io l'ho appena portato a casa???
    E' fantastico!
    Ottima torta e bellissima presentazione!!! Roberta

    RispondiElimina
  7. Ah ah che ridere questa scena che hai descritto! La tua torta è una meraviglia, un bacio!

    RispondiElimina
  8. Ottima la tua torta, mi trascrivo la ricetta...
    Gli uomini sono proprio come li descrivi tu, fare più cose in una volta li fa andare in tilt!
    Buon pomeriggio

    RispondiElimina
  9. Il giveaway di Ombretta è un ottima accasione per conoscere altri bei blog come il tuo! Bellissima ricetta e bellissimo blog (che seguo con grande piacere).
    Un abbraccio ed a presto!

    RispondiElimina
  10. scusa cristina, ma cos'è 'sta storia del rhum che diventa agente lievitante?
    non l'avevo mai sentito e poi, si può usare in tutti i dolci al posto del lievito?
    complimenti per le ricette, sempre invitanti e dettagliate nelle spiegazioni

    RispondiElimina
  11. che meraviglia questa torta cristina:-) e che bello il cuoricino!
    Ombretta ne sarà felicissima!

    RispondiElimina
  12. Concordo pienamente!! Gli uomini non ce la fanno proprio...me ne rendo conto a vedere il mio moroso, i miei colleghi, il mio babbo...hahaha...poveri!! Ottima la tua torta! Un bacio

    RispondiElimina
  13. Questa torta dev'essere non buona...di più! E bellissimo anche il cuoricino :-) Bella idea per S. Valentino! Ciao :-)

    RispondiElimina
  14. Nonostante gli imprevisti questa torta ha un aspetto delizioso!!!!!

    RispondiElimina
  15. Torta spettacolare e si gli uomini hanno zero dote di multitasking cara. Bisogna fare di necessità virtù.

    RispondiElimina
  16. si sa che solo noi donne possiamo fare 100 cose per volta...
    il cuoricino di zucchero è troppo romantico.
    al prossimo post Nahomi

    RispondiElimina
  17. però c'è sempre l'eccezione, mia mamma si ferma quando chiacchiera, non riesce a camminare e a parlare insieme! bella golosa questa torta, anche dopo il piccolo incidente :-)

    RispondiElimina
  18. Vedo che ti ha scosso l'incontro inaspettato. Io trovo invece meraviglioso essere impresentabile e dire "ciao" come se fossi vestita normalmente. Non preoccuparti cara...la mia pazzia non è contagiosa, ahah!! Trovo questa torta bellissima, nonostante il calo di temperatura. Un bacino

    RispondiElimina
  19. Cristina sei simpaticissima! è stato dimostrato scientificamente che gli uomini non sono multi tasking! Complimeti per il blog mi sono soffermata sulla tua presentazione della ricetta perchè mi sono immaginata la scena.
    Comunque ciao noi siamo nuove iscritte (siamo due sorelle) e se ti và vieni anche tu da noi saremo ben contente di fare quattro chiacchiere con te
    Ciao e buona domenica
    patrizia

    RispondiElimina
  20. Il fusto si è perso una torta da sballo, peccato per lui!

    RispondiElimina
  21. Ne avrà anche risentito del calo di temperatura, ma è fantastico! Simpatica la scena del vicino:) Sai che succede anche a me di far saltare sempre la corrente:((

    RispondiElimina
  22. davvero bella e buonissima :))
    Sono perfettamente d'accordo sugli uomini, anche quelli + grandi non ce la possono fare :P

    RispondiElimina
  23. Ciao arrivo qui dal blog di Chiara, ti faccio i complimenti per il tuo bel blog pieno di coccole e per questa torta favolosa.
    Mi sono iscritta ai tuoi lettori fissi così non mi perdo più queste delizie
    A presto

    RispondiElimina